cropped-cropped-testata1.jpg

Il Pane in forno

Il Pane in forno

Un passaggio ovviamente fondamentale nella preparazione di un buon pane

fatto in casa è la cottura.

Immagina di fare il pane in casa e ogni tanto lo tiri fuori dal forno e poi lo

rimetti, poi decidi di spegnere il forno, poi lo riaccendi e via cosi, perché tu vuoi

controllare tutto, lo metti dentro, lo tiri fuori, lo giri,lo stressi…….etc.

Alla fine il risultato è pessimo.

Il pane non si fa, e non se lo mangia nessuno.

Meditando accade lo stesso, ci sediamo per farlo e lasciamo il telefono accesso,

la porta di casa o stanza aperta, le persone che vivono con noi in preda al

panico di vederti seduto con gli occhi chiusi, ti parlano, ti stressano e tanto

altro.

Ti devi isolare per fare tutto al meglio.

Solo per 20 minuti.

Non è molto!

La vita continua fuori di te e tu non ti perdi niente.

Tu entri dentro di te e vuoi andare nel più profondo, la dove tutto accade.

Il campo di tutte le possibilità.

Non devi permettere che una cosa cosi importante venga interrotta.

Forse un terremoto ti può distogliere, ma il resto può aspettare a dopo senza

doverti sentire in colpa.

Se ti siedi a meditare per solo 20 minuti devi chiudere tutte le comunicazione

con l’esterno.

Devi creare un’atmosfera di armonia e di silenzio.

Niente e nessuno ti deve disturbare, per il solo tempo della meditazione.

L’incenso di sandalo è una delle droghe più sottile e potente in natura.

Accendi un bastoncino di incenso prima di iniziare.

La durata di un bastoncino è di 20/30 minuti.

Respirare il suo profumo ti può inebriare di gioia, e se non altro ti rilassa

notevolmente.

Accendere una candela purifica l’aria e ti connette ad una luce morbida

e dolce.

un piccolo dolce sole in casa!…quando riapri gli occhi dopo la meditazione la

sua luce ti avvolge e ti riscalda il cuore.

Guarda bene dove l’accendi e assicurati che non vada a fuoco la casa!

Prima di meditare lavati le mani e la faccia per rinfrescarti un po.

Lavarsi anche i piedi è ancora meglio.

Siediti su una sedia comoda.

Puoi appoggiare la schiena ma il collo lascialo libero di poterlo muovere con

leggerezza durante la meditazione.

Ti libera dallo stress.

Unisci le mani (palmo su plamo) e appoggia il police destro sul sinistro

se sei femmina , il contrario se sei maschio.

Non hai bisogno di nessuna musica per meditare.

Il silenzio è la tua musica.

Puoi fare un po di respirazione alternata.

Per vedere come si fa guarda qui. http://www.meditazioneaperta.com/il-respiro/

Tutto questo è un rito che non ti prende più di 5 minuti di

preparazione.

Se non lo fai, va bene lo stesso.

Puoi anche meditare in un posto caotico e trarne dei grandi risultati, ma farlo in

casa o in un luogo tranquillo ti porta più in profondità.

Puoi meditare anche due volte al giorno.

Una la dovresti fare in casa in silenzio e in tranquillità, al mattino.

L’altra dove ti capita, di pomeriggio e prima di cena.

Se non puoi farla, dovuti ai tuoi impegni, non ti preuccupare, meglio una sola

volta fatta bene che due o anche tre in preda a l’ansia di prestazione.

Facendo così la tua vita migliora notevolmente e anche quella degli

altri, grazie alle tue onde di coerenza.

Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *